Per offrirti il miglior servizio possibile Energia Digitale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Maggiori informazioni qui.

Salta al contenuto

Investimenti in digitale verso il 2019: crescono del 2,6% ma non bastano

Pubblicato il: 30/11/2018

Energia Digitale News - Investimenti nel digitale 2019

Le prospettive verso l'anno nuovo sono positive ma non ancora sufficienti: le aziende italiane hanno infatti destinato già budget per i progetti di innovazione digitale, somme che aumenteranno di circa il 2,6% rispetto all'anno corrente e che interesseranno il 39% delle aziende del Paese. Dematerializzazione, Big Data Analytics e sistemi ERP saranno i principali aspetti su cui verranno investiti i capitali delle imprese. 

Secondo il report degli Osservatori Digital Transformation Academy del Politecnico di Milano, saranno le grandi imprese a trainare l'innovazione nel 2019. Gli investimenti delle realtà più importanti registreranno un incremento medio del 4,8%, seguite dalle medie (+3,2%) e dalle grandissimi imprese (+1,9%). Il 14% delle aziende prevede un aumento del budget superiore al 10%, il 25% un aumento fino al 10%. Solo il 9,5% delle imprese diminuirà il budget ICT.

GLI AMBITI DI INVESTIMENTO

I budget di investimento per il 2019 sono principalmente: 

  • digitalizzazione e dematerializzazione (39%) 
  • Big Data Analytics e Business Intelligence (38%)
  • il consolidamento, sviluppo e rinnovamento dei sistemi Erp (31%)
  • lo sviluppo e il rinnovamento dei sistemi Crm (26%)
  • le soluzioni di e-commerce e mobile commerce (20%) 
  • sistemi di Information Security, Compliance e Risk Management (18%) 
  • applicazioni e tecnologie di Industria 4.0 (16%), Mobile Business (16%)
  • sviluppo o rinnovamento dei Data Center e Information Management (15%)

Chiudono a distanza Artificial Intelligence e Machine Learning (10%), Smart Working (10%), Internet of Things (9%), Supply Chain Finance e Blockchain (entrambe al 2%).

LA CULTURA AZIENDALE BLOCCA ULTERIORI INVESTIMENTI

Nonostante questi dati di crescita, è proprio l'approccio al processo di trasformazione digitale che rischia di ostacolare l'innovazione tra le imprese italiane. Le imprese sono consapevoli che dall’innovazione passa la capacità di restare competitive sul mercato, ma misurarne l’impatto non è un’operazione semplice. Soltanto il 17% ha un sistema di metriche per misurare l’impatto dell’innovazione digitale, e fra queste il 14% deve ancora strutturarle, anche se il 40% dichiara di avere in programma di adottarne uno. La principale sfida organizzativa è rappresentata, per il 55% del campione, dallo sviluppo di strutture, ruoli e meccanismi di coordinamento che coinvolgono le diverse direzioni. A seguire la necessità di reperire, valutare e sviluppare competenze digitali (44%), la definizione di nuove forme di collaborazione con i fornitori tradizionali e nuovi partner come startup, centri di ricerca e università (41%).

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere via email gli aggiornamenti sui nuovi contenuti e sulle iniziative di Energia Digitale, iscriviti alla newsletter periodica.

Il tuo contributo è importante!

Cercheremo di migliorare continuamente Energia Digitale. Per questo ci farebbe piacere ricevere un tuo parere sul progetto e un suggerimento su quali contenuti ti interessano maggiormente rispetto al digitale. Ci dai una mano?