Per offrirti il miglior servizio possibile Energia Digitale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Maggiori informazioni qui.

Salta al contenuto

Digitale regione per regione: un indicatore analizza il territorio italiano

Pubblicato il: 25/09/2018

Il DESI (Digital Economy and Society Index), utilizzato dalla Commissione Europea, analizzerà anche lo stato del Digitale regione per regione, lungo tutto il territorio italiano, grazie al lavoro dell'Agenda Digitale.  
L'indice DESI è in grado di analizzare lo stato di maturità e quindi gli aspetti critici dei Paesi che stanno integrando a livello sistemico le tecnologie digitali. L'indice, però, è ad oggi calcolato su base nazionale e questo significa non riuscire a rappresentare le specificità di ogni regione. Infatti, soprattutto nel caso italiano, le regioni si muovono in maniera differente e le performance raggiunte dipendono dalle politiche e gli interventi delle singole amministrazioni. 

4 FASI DI CALCOLO

Il calcolo sulle regioni italiane è quindi strutturato in 4 fasi. 

  • Verifica della disponibilità dei dati. Nella prima fase sono state analizzate le principali fonti di informazione nazionali e internazionali (tra le altre: Istat, per l’Italia ed Eurostat, per l’Europa) e raccolti dati potenzialmente rilevanti.
  • Identificazione di adeguate deleghe. Poiché il valore di alcuni indicatori DESI non poteva essere calcolato a livello regionale, sono stati cercati proxy che potessero portare alla misurazione degli stessi fenomeni catturati dagli indicatori mancanti. Ad esempio, il monitoraggio dell’attuazione del Piano Strategico per la Banda Ultralarga del Ministero dello Sviluppo Economico ha funzionato come proxy per gli indicatori di copertura NGA e di copertura della banda larga ultraveloce.
  • Selezione degli indicatori. I criteri che sono stati applicati per selezionare gli indicatori rilevanti sono stati l’affidabilità dei dati, cioè la raccolta delle informazioni più recenti, e la significatività cioè la granularità territoriale insieme alle aree regionali, alle macro-aree (Nord-Ovest, Nord-Est, Centro, Centro, Sud, Isole) e alle aree rurali.
  • Normalizzazione del DESI regionale. La quarta e ultima fase è consistita nella standardizzazione dei dati esaminati per rendere il DESI regionale comparabile al DESI europeo. Questo processo è stato eseguito secondo la metodologia di calcolo e ponderazione definita dalla Commissione Europea.

I RISULTATI: UN’ITALIA DIVISA A METÀ

Come evidenzia anche il grafico, alcune regioni italiane allontano la media italiana da quella europea, sottolineando come ogni indicatore registri performance nettamente diverse di territorio in territorio e quindi suggerendo quanto l’attività di intervento sulla trasformazione digitale debba essere modulata a seconda delle necessità specifiche della regione analizzata. 

Fonte Immagine: Agenda Digitale

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere via email gli aggiornamenti sui nuovi contenuti e sulle iniziative di Energia Digitale, iscriviti alla newsletter periodica.

Il tuo contributo è importante!

Cercheremo di migliorare continuamente Energia Digitale. Per questo ci farebbe piacere ricevere un tuo parere sul progetto e un suggerimento su quali contenuti ti interessano maggiormente rispetto al digitale. Ci dai una mano?