Per offrirti il miglior servizio possibile Energia Digitale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Maggiori informazioni qui.

Salta al contenuto

Pagamenti digitali? in italia vale ancora il contante

Pubblicato il: 18/05/2018

Secondo l'ultimo report dell'Osservatorio Community Cashless Society (European House di Ambrosetti), l'Italia è il terzultimo Paese in Europa per utilizzo di pagamenti cashless, su 85 economie al mondo. I flussi di denaro contante sembrano aumentare, invece che diminuire. 

Nel 2017, solo il 14% dei pagamenti è stato effettuato con carte di pagamento o strumenti digitali; il restante 86%, invece, si è affidato ancora al denaro. Dati che si allontanano dalla media europea, con un rapporto 26% per il cashless e il 74% per il contante. 

La differenza sarebbe comunque appianabile, ma sono scoraggianti i numeri che evidenziano un aumento del denaro in mano agli Italiani. Nel periodo 2016-2017 il contante è aumentato del +3,8%, segnale non solo di un ritardo dell'economia italiana in termini di innovazione nel sistema di flussi, ma anche un dislivello nel rapporto tra contante e PIL che dichiara una situazione economica comunque instabile. 

A rafforzare questa tendenza c'è anche l'aumento dei prelievi dagli sportelli: l'Italia è il Paese dove la cifra di denaro prelevato fa registrare una crescita molto importante. Dal 2008 al 2016 i prelievi sono aumentati dell'8,9%. 

Ne risente quindi il campo dei pagamenti digitali e innovativi, con particolare riguardo per i device mobili. Nonostante la crescita negli ultimi anni sia considerevole (+ 48,6% dal 2012 al 2016, con un valore che è passato da 0,8 a 3,9 miliardi di euro), l'incidenza del transato sul totale è ancora irrilevante. 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere via email gli aggiornamenti sui nuovi contenuti e sulle iniziative di Energia Digitale, iscriviti alla newsletter periodica.

Il tuo contributo è importante!

Cercheremo di migliorare continuamente Energia Digitale. Per questo ci farebbe piacere ricevere un tuo parere sul progetto e un suggerimento su quali contenuti ti interessano maggiormente rispetto al digitale. Ci dai una mano?