Per offrirti il miglior servizio possibile Energia Digitale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Maggiori informazioni qui.

Salta al contenuto

Artigianato italiano: timida ripresa grazie all'innovazione

Pubblicato il: 05/04/2018

Dai dati di Unioncamere e Infocamere sull'imprenditoria artigiana, la timida ripresa del settore si conferma, nonostante un calo generale dalla crisi economica del 2008. 
Circa 110mila le imprese che hanno dovuto chiudere l'attività, soprattutto nelle regioni del sud Italia, per un calo complessivo di quasi un punto percentuale all'anno. La crescita si registra in poche province come Reggio Calabria (+83 imprese) e Bolzano (+95 imprese).

Queste incertezze sono però controbilanciate da una crescita sensibile delle attività artigiane nel comparto digitale. L'innovazione tecnologica spinge infatti verso la nascita di artigiani digitali, conosciuti anche come Makers: sono molti giovani con un'idea imprenditoriale legata all'artigianalità e all'innovazione e piccoli imprenditori che intendono riconvertire il loro business introducendo nuovi strumenti di lavorazione. 

Un settore che valorizza il Made in Italy, quindi, grazie alla possibilità di favorire l'unione tra le tecnologie digitali - una tra tutte l'additive manufacturing - e creazioni artigianali uniche. Manualità e innovazione hanno quindi il potenziale per dar vita a un trend positivo nel settore artigianale e favorire una rinascita della produzione italiana. 

Anche grazie alla costruzione di veri e propri centri di artigianato (i "FabLab" dove avviare le botteghe artigianali grazie alla presenza di macchinari quali la stampante 3D) e di un nuovo interesse da parte del mondo dell'imprenditoria e dei più giovani che, più di tutti, sanno unire analogico e digitale. 

I dati parlano di una crescita del settore - denominato Digital Fabrication - molto interessante: solo la stampa 3D potrà generare nel 2020 circa 5,2 miliardi di dollari. 
In Italia l'artigianato digitale rimane ancora in fase sperimentale, ma diverse realtà guardano con interesse all'evoluzione di questo settore che potrebbe contare sull'unicità della tradizione e della cultura italiana.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere via email gli aggiornamenti sui nuovi contenuti e sulle iniziative di Energia Digitale, iscriviti alla newsletter periodica.

Il tuo contributo è importante!

Cercheremo di migliorare continuamente Energia Digitale. Per questo ci farebbe piacere ricevere un tuo parere sul progetto e un suggerimento su quali contenuti ti interessano maggiormente rispetto al digitale. Ci dai una mano?