Per offrirti il miglior servizio possibile Energia Digitale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Maggiori informazioni qui.

Salta al contenuto
Indietro

GDPR per le PMI: le linee guida per il nuovo regolamento sulla protezione dei dati passano dal garante

GDPR per le PMI: le linee guida per il nuovo regolamento sulla protezione dei dati passano dal garante

Pubblicato il: 04/10/2018

Energia Digitale GDPR

Dal nuovo articolo 154 bis, in materia di GDPR, ecco le linee guida per le Micro e Piccole e Media Imprese italiane verso l'adeguamento alla nuova normativa. Un percorso semplificato che arriva dal Garante della Privacy e che permette anche alle realtà più piccole di rispettare il regolamento sulla raccolta e fruizione dei dati sensibili. 

UN PASSAGGIO NORMATIVO PER AGEVOLARE LE AZIENDE

Dal comma 4 dell'articolo, il Garante della Privacy promuove una via agevolata alle PMI italiane, come modalità semplificate di adempimento degli obblighi sulla normativa della privacy. 

L'obiettivo infatti è far sì che anche le realtà aziendali più piccole sul territorio riescano ad integrare nel loro sistema le richieste che arrivano dall'Europa. Ne risulta che i titolari d'azienda, coinvolti in prima linea dalle disposizione del GDPR, vengano facilitati negli obblighi legislativi 

GARANTE E IMPRESE COLLABORANO 

A dirigere queste manovre il Garante della Privacy: la fonte legislativa in grado di recepire le richieste comunitarie e tradurle per il caso italiano. E' il Garante infatti a mettere per iscritto i passaggi fondamentali che le PMI italiane devono eseguire per adeguarsi. 

Infatti il dettato dell’art. 154 bis, commi 1 e 4, è tale da consentire sia l’adozione di linee guida per categorie di imprese definite in base alla loro dimensione e al numero dei dipendenti e del fatturato, sia di linee guida articolate e differenziate per settori di attività.
Proprio per questo, ad affiancare l'attività del Garante, devono agire e cooperare le aziende: queste sono infatti chiamate ad attuare il regime sanzionatorio così come previsto dalla legge, ma in maniera integrata su più fronti. In altre parole, le aziende sono responsabili dirette di un controllo puntuale su tutte le attività che interessano la raccolta e il trattamento dei dati. 


Iscriviti alla newsletter

Per ricevere via email gli aggiornamenti sui nuovi contenuti e sulle iniziative di Energia Digitale, iscriviti alla newsletter periodica.

Il tuo contributo è importante!

Cercheremo di migliorare continuamente Energia Digitale. Per questo ci farebbe piacere ricevere un tuo parere sul progetto e un suggerimento su quali contenuti ti interessano maggiormente rispetto al digitale. Ci dai una mano?